La Storia

Per maestosità, accoglienza e storia il  Boscolo Exedra supera la semplice definizione di Hotel 5 stelle Luxury.
Il palazzo, ridisegnato per Boscolo dall’architetto Maurizio Papiri e dal designer Adam D. Tihany, risale al XIX secolo, quando Gaetano Koch costruì due palazzi gemelli in stile neoclassico, uno dei quali è diventato l’attuale Boscolo Exedra.
Il nome rende omaggio a quello antico della piazza e trae origine dalla grande esedra all'interno dell'area termale di Roma Imperiale, sulla quale è stata progettata l'odierna Piazza della Repubblica, o Esedra appunto. Al piano seminterrato dell’hotel si possono ammirare gli importanti resti delle Terme di Diocleziano (298-305 d. C). La Basilica di Santa Maria degli Angeli è contemplabile dagli affacci privati e dalla grandiosa terrazza.
Nell’antico granaio papale cinquecentesco del Clementino sono state ricavate alcune sistemazioni eccezionali, pregne di suggestioni antiche che si mixano con comfort moderni. Rilassarsi navigando in internet nel silenzio ovattato che regna in tutte le suite e le camere; nuotare sospesi sulle vestigia imperiali nella piscina del Posh Bar, ispirato all’incontro dell’acqua con l’elemento aria, il cielo che sovrasta i tetti della Capitale: ogni gesto al Boscolo Exedra ha qualcosa di magico.